CAMPAGNA "FACCIAMO UN RITOCCHINO AL BLOG"

Parte la campagna che vuole voi, lettori di questo blog. Cerco consigli, proposte e suggerimenti per svecchiare questo angolo di web.
Clicca qui per lasciare un commento al post o qui per inviarmi una mail!

venerdì 24 aprile 2009

Aspirante scrittrice incostante...

E come sempre sono qui, la sera, sul mio divano, che scrivo. E sto bene... Sì perchè scrivere fa bene... fa stare bene... E non mi dispiacerebbe se un giorno potessi farlo seriamente... Devo dire che è un'idea che mi è balenata spesso. Infatti in vita mia avrò iniziato sì e no un centinaio di racconti che avrei voluto che diventassero qualcosa di più. Ma mi sono sempre sentita una scema e in più sono tremendamente incostante. Mi stanco subito di quello che faccio! Addirittura mi stanco dopo pochi giorni dei biscotti che mangio a colazione! Quindi, tutti i file aperti sul mio pc sono prima o poi irrimediabilmente finiti nel cestino. Mi sento parecchio sciocca a parlare di questa cosa, ma ecco, non mi dispiacerebbe se scrivere diventasse il mio lavoro. Certo, bisogna studiare e sono convinta che non basti saper mettere insieme tre parole per avere un futuro in quel campo. Però l'idea mi piace perchè scrivere è una di quelle cose che mi viene naturale e non mi comporta sforzi, come respirare, mangiare, vivere insomma. Lo trovo divertente e rilassante, come un pomeriggio a bere thè con le amiche, come una cena in casa con la persona a cui vuoi bene mangiando quello che avete cucinato insieme.
Posso benissimo dire che da quando, alle elementari, ho imparato a mettere insieme l'alfabeto, non ho mai smesso di scrivere. Addirittra, quando ero piccola e i computer ancora non erano in commercio, mia mamma mi regalò la sua vecchia macchina da scrivere. Mi sentivo tanto Jessica Fletcher nella sigla della "Signora in giallo"! Passavo le giornate a battere su quei piccoli tastini tondi che facevo tac tac! Quante bobine di inchiostro ho consumato!
Non sono mai stata una secchiona a scuola (anzi!!) ma posso dire che i temi e i saggi brevi erano il mio forte. Aspettavo con ansia il giorno del tema. Mi mettevo lì, con la mia penna e il mio foglio di brutta copia e... via! Partivo e non mi fermavo. Riempivo fogli protocollo. Ora ho imparato un pò a trattenermi, altrimenti i miei post sarebbero chilometrici! Anche se faccio sempre fatica, perchè che sia una penna o la tastiera del computer, quando inizio non mi fermo.
Questo mio blog forse è la prova che la mia incostanza sta guarendo perchè tra poco festeggerò un anno di ininterrotta scrittura!

5 commenti:

  1. bene continua,sei brava a scrivere,un bacio e buon fine settimana.

    RispondiElimina
  2. Sai se posso darti un consiglio non devi mollare perchè se una cosa la vuoi fortemente e aspiri in questo caso a diventare una scrittrice dovresti spedirli i tuoi scritti non buttarli nel cestino altrimenti poi un giorno ti farai la fatidica domanda "e se li avessi pubblicati!!!" quindi buttati pubblica i tuoi racconti e facci sognare.


    p.s. anche io vado pazza per la signora in giallo ho visto tutti i suoi film. SABRINA

    RispondiElimina
  3. continua a coltivare il tuo sogno!!!

    RispondiElimina
  4. ..eccomi qui! un'altra aspirante scrittrice malata d'incostanza! anche io, sai, sono così.. mi ritrovo molto nella tua descrizione.. ho un sacco di poesie, e pezzi d'anima buttati giù con l'inchiostro.. e mi vergogno un pò , non li ha mai letti nessuno.. un abbracio

    RispondiElimina
  5. grandissima,grzie del konsiglio tesoro...vedro..rx smaaaaak

    RispondiElimina

Sono ben accetti saluti, commenti, poesie, pensieri, canzoni, serenate, barzellette... insomma tutto!